Cina “avverte” Usa in Mar cinese meridionale con due missili

La Cina ha lanciato due missili balistici a medio raggio nel Mar cinese meridionale stamani come avvertimento agli Stati uniti, secondo quanto ha riferito una fonte vicina i militari cinesi al South China Morning Post.

Si tratterebbe – secondo il giornale con sede a Hong Kong – di una reazione all’ingresso in una “no-fly zone” di un aereo spia americano durante manovre navali nel are di Bohai, vicino alla costa settentrionale di questo pezzo di Oceano Pacifico oggetto di una complessa disputa territoriale.

Uno dei due missili – scrive ancora il SCMP – è stato lanciato dalla provincia nordoccidentale di Qinghai e l’altro dalla provincia orientale di Zhejiang. Rispettivamente si tratterebbe di un DF-26B e di un DF-21D. Entrambi sono ammarati in un’area a sud-est, tra la provincia di Hainan e le isole Paracel, ha spiegato la fonte. Si tratta di una zona inclusa nell’area delle esercitazioni militari che sono iniziate lunedì e termineranno sabato.

Il DF-26 è un missile con una gittata di 4mila chilometri e può trasportare si cariche convenzionali che testate nucleari, colpendo obiettivi a terra o in mare. Il DF-21 ha una gittata di 1.800 km ed è presentato, nella sua versione “D”, come il primo missile balistico anti-nave.

“Questa è la risposta della Cina ai rischi potenziali portati dalle frequenti intrusioni di aerei da guerra Usa e navi militari nel Mar cinese meridionale”, ha detto la fonte. “La Cina – ha proseguito – non vuole che i paesi vicini fraintendano gli obiettivi di Pechino.

La Cina rivendica qualcosa come l’80 per cento del Mar cinese meridionale, che è un tratto di oceano attraverso il quale passa un’aliquota importante delle merci mondiali ed è cruciale per l’approvvigionamento della Repubblica popolare. Diversi paesi della regione – tra i quali il Vietnam, le Filippine, Brunei, la Malaysia – contestano questa rivendicazione. Gli Usa, dal canto loro, sono presenti nel mare invocando il diritto alla “Libertà di navigazione” (FON). VI conducono una serie di operazioni FONOP (Freedom of Navigation Operation).

Leave a Reply

error: Content is protected !!