CARABINIERI AGGREDITI, MINISTRO DELLA DIFESA: “RESTIAMO AL FIANCO DELLE NOSTRE FORZE ARMATE”

Nel giorno in cui si sono celebrati i 204 anni di vita dell’Arma dei Carabinieri, a Pisa un carabiniere è stato colpito e ferito nel corso di un servizio di contrasto all’abusivismo commerciale. Il carabiniere ha riportato una prognosi di trenta giorni e l’aggressione ha provocato una raffica di reazioni nel mondo politico. 

Il neo ministro degli Interni  Matteo Salvini ha parlato di ” Il Ministro è con voi. Gli italiani sono con voi. Tolleranza zero, espulsioni e legalità”, seguito a ruota dalla leader di Fratelli d’Italia Giorgia Meloni che ha chiesto “Pene certe e rimpatri”.

Mentre la prefettura di Pisa ha annunciato un giro di vite sui controlli contro gli ambulanti abusivi, con servizi che saranno svolti anche in borghese, si moltiplicano le prese di posizione politiche sui fatti.

Il ministro della Difesa, Elisabetta Trenta ha pubblicato questo post: “La mia più sentita vicinanza ai due carabinieri aggrediti ieri a Pisa e alle loro famiglie. Esprimo altresì la mia solidarietà al capo di stato maggiore della Difesa e al comandante generale dell’Arma dei Carabinieri. Restiamo al fianco delle nostre forze armate, uomini e donne che quotidianamente svolgono un ruolo importantissimo per garantire la sicurezza sul territorio nazionale e all’estero”.