Carabiniere donna aggredita e insultata ad un posto di controllo. “Sputi dopo il rifiuto di esibire i documenti”

 “Una donna in divisa, un carabiniere che per il solo fatto di aver fermato una macchina con a bordo degli stranieri, in evidente stato di ebbrezza, ha dovuto subire un’aggressione verbale e fisica da parte di quest’ultimi”. A denunciare l’episodio è Guendalina Amati, responsabile di Fratelli d’Italia Amiata.

Una donna carabiniere sarebbe stata aggredita da parte di alcuni uomini fermati in pattuglia a un posto di controllo ad Arcidosso. Da quanto appreso l’avrebbero offesa e poi aggredita anche fisicamente alcuni uomini, probabilmente di origine straniera, che erano in auto ubriachi. La donna e il suo collega avrebbero ricevuto sputi dopo il rifiuto di esibire i documenti. Per ristabilire l’ordine sono dovute intervenire altre due pattuglie.

“Cari signori” che non avete rispetto per la divisa, che non avete rispetto per una donna, che non avete rispetto per le regole morali e civili della nostra Italia, quando vi permettete di urlare ingiurie e offese contro i carabinieri, non state offendendo un carabiniere ma l’intera popolazione che vi ha accolti! – commenta Guendalina Amati.


Mi fa ancora più schifo, ed utilizzo questo termine forte perché è ciò che sento, sapere che c’erano persone che hanno assistito senza muovere un dito, facendo finta di non vedere e non sentire!

Ecco – conclude – spero che non abbiate mai bisogno dell’aiuto di nessuno, perché potrebbe capitarvi d’imbattervi in persone che vedono sentono e parlano solo quando la situazione tocca loro in prima persona.”

Commenti Facebook

Lascia un commento

error: Content is protected !!