2
Shares
Pinterest Google+

“Se la manovra non conterrà i fondi per porre fine all’ingiustificata disparità di trattamento retributivo e pensionistico tra i vigili del fuoco e gli altri corpi dello stato e per assunzioni straordinarie, protesteremo ancora”.

Lo ha detto Antonio Brizzi, segretario generale del Conapo, il sindacato dei vigili del fuoco che lo scorso 12 ottobre ha dato corso a una manifestazione a piazza Montecitorio proprio per chiedere l’attenzione del governo a queste problematiche nella manovra di bilancio.

“E’ l’ultima manovra finanziaria di questo governo prima delle elezioni, ci auguriamo di non assistere ancora ai soliti rimandi a un futuro indefinito, come avviene da decenni. I pompieri – spiega – sono al limite della sopportazione e chiedono al premier Gentiloni e ai ministri Minniti e Madia solo la parità di trattamento, nessun privilegio e nessuna presa in giro, pretendiamo azioni di governo pari a quelle che i nostri uomini pompieri danno ai politici e agli italiani nel momento del bisogno, immediate e risolutive”.

Previous post

RIORDINO: TRATTAMENTO ECONOMICO DI CHI ACCEDE AL RUOLO CON PARAMETRO INFERIORE A QUELLO IN GODIMENTO

Next post

NOIPA, PROBLEMI AGGIORNAMENTI PARAMETRI E BONUS. SI ATTENDE NUOVO CEDOLINO