4
Shares
Pinterest Google+

Sono davvero migliaia i quesiti che abbiamo ricevuto in merito alla disparità di trattamento nella erogazione del F.E.S.I. nel comparto Difesa tra il personale delle Capitanerie di Porto e gli altri militari delle Forze Armate. Di seguito spieghiamo le motivazioni di tale disparità.

Per le esigenze di copertura finanziaria afferenti al personale del Corpo delle capitanerie di porto provvede, per il tramite del relativo Comando generale, il Ministero delle infrastrutture e dei trasporti, a valere sui pertinenti capitoli di bilancio;

TENUTO CONTO che le disponibilità di bilancio del Ministero delle infrastrutture e dei trasporti non sono sufficienti per riconoscere, al personale del Corpo delle capitanerie di porto, i medesimi compensi attribuiti al personale militare dell’Esercito, Marina e Aeronautica; comunque, al fine di evitare disparità di trattamento e per riconoscerei medesimi compensi al personale delle Forze Armate ed al personale del Corpo delle capitanerie di porto, sono state accantonate, dalle disponibilità finanziarie della Difesa, le  risorse eventualmente necessarie a riequilibrare gli stanziamenti di bilancio del Ministero delle infrastrutture e dei trasporti;

Il passaggio di fondi dal bilancio del Ministero della Difesa in favore del bilancio del Ministero delle infrastrutture e dei trasporti potrà avvenire unicamente in occasione di approvazione della legge di assestamento di bilancio, 

Insomma detta in soldoni, per la restante Marina Militare, l’Esercito e l’Aeronautica militare il pagamento avverrà in forma completa presumibilmente nei mesi di luglio o agosto. Per quanto concerne invece i militari della Capitaneria di Porto riceveranno una parte nello stesso periodo dei colleghi del Comparto Difesa, mentre la differenza restante entro Gennaio.

 

Previous post

MERCOLEDÌ TOSCHI AL VERTICE DELLA GUARDIA DI FINANZA. L'EX COMANDANTE GENERALE RAMPONI: "MANDATO DI ARMONIZZAZIONE"

Next post

PENSIONI: SCATTA IL RICALCOLO SUGLI ASSEGNI