Parere favorevole della Commissione Difesa della Camera al DEF. Ecco cosa prevede

La Commissione Difesa della Camera dei Deputati, presieduta dal Presidente Gianluca Rizzo,  ha espresso il parere favorevole, per le parti di propria competenza, alla Nota di aggiornamento al Documento di economia e finanza 2020.La Commissione ha infatti approvato la proposta di parere avanzata dal relatore Nicola Carè. Nel parere la Commissione apprezza la decisione del Governo di sostenere “le potenzialità dell’industria italiana dell’Aerospazio, della Difesa e della Sicurezza, considerata tra le più virtuose in termini di effetti generali sull’economia, con un coefficiente moltiplicativo del valore aggiunto pari a 2,9”.

Sostegno inoltre alla valorizzazione del patrimonio immobiliare della Difesa e alla decisione di stanziare nuove risorse “per gli appartenenti ai comparti difesa, sicurezza e soccorso pubblico (circa 200 milioni nel 2020), stante il contributo straordinario fornito dalle Forze armate, dalle Forze di polizia e dal Corpo nazionale dei Vigili del fuoco nelle diverse attività di contrasto alla diffusione del Covid-19 cui sono stati chiamati.”

Nel parere  si auspica “che gli interventi previsti dal programma di investimenti nel campo dell’innovazione tecnologica e della digitalizzazione siano estesi anche allo strumento militare” così come  viene considerato “strategico elevare le capacità di resilienza energetica, di produzione e approvvigionamento da fonti sostenibili” al fine di assicurare anche in situazioni di emergenza “il mantenimento della capacità e della prontezza operativa dello strumento militare, sia in Patria che nei teatri operativi.”

L’obiettivo è quello “di portare avanti la realizzazione di distretti energetici intelligenti (cosiddetti smart military district) nei quali poter massimizzare il ricorso all’autoconsumo e consentire la gestione dei flussi energetici in tempo reale, in un alveo certo di ciber security”.In conclusione la Commissione reputa prioritario “mantenere alto il livello di preparazione e di capacità operativa dell’intero comparto della sanità militare, che si è rivelato particolarmente prezioso durante le fasi più acute della pandemia”.

Leave a Reply

error: Content is protected !!