Carabiniere accoltellato alla testa nel Napoletano: era intervenuto per sedare una lite in famiglia

Un carabiniere è stato ferito da una coltellata nella serata di ieri a Casoria dopo essere intervenuto per sedare una lite. Una pattuglia di militari è intervenuta in una palazzina di via Diaz in seguito alla segnalazione giunta alla centrale operativa di un litigio in corso tra un uomo e una donna.

 

Leggi anche Cuneo fiscale, da luglio fino a 100 euro in più al mese. Lo sconto cala con l’aumento del reddito e si azzera a 40mila euro lordi

​La donna, 72 anni, ha riferito ai carabinieri che il litigio, avvenuto con il proprio figlio, era ormai terminato. I militari, però, hanno voluto accompagnarla a casa. Qui, appena aperta la porta, sono stati assaliti da un uomo armato di coltello, che ha colpito uno dei carabinieri alla testa, fino a spezzare la lama.

Leggi anche A pranzo con l’auto dell’Esercito, Maresciallo condannato. Si faceva anche riaccompagnare a casa una volta finito il turno

 

I due militari hanno bloccato l’aggressore, Norberto Esposito, 43 anni, e lo hanno arrestato per resistenza e lesioni aggravate. Il carabiniere ferito à stato medicato all’ospedale di Frattamaggiore. La prognosi per lui è di 18 giorni.