ACCOLTELLA CARABINIERE E SI BARRICA CASA

Oramai da otto ore Walter Selloni è barricato nella casa dei genitori, a Porto Torres, dopo aver picchiato la madre e accoltellato un carabiniere intervenuto con un collega per fermare l’uomo. Selloni resta chiuso dentro l’appartamento, armato con un coltello e un bastone, e si rifiuta di consegnarsi alle forze dell’ordine che da stamani hanno accerchiato l’abitazione in via del Mirto, nel rione Serra li Pozzi.

L’intera zona è transennata: polizia e carabinieri sono presenti in forze, in assetto da assalto, pronti, se sarà necessario, a fare irruzione nella casa per bloccare l’uomo, che si teme possa compiere gesti ancora più estremi. Selloni, oggi 42 anni, nel 2010 aveva fatto parlare di sé le cronache locali: era andato in Olanda per un viaggio di piacere e aveva fatto perdere le proprie tracce, tanto da indurre la famiglia, disperata, a denunciarne la scomparsa. I carabinieri della Compagnia di Porto Torres erano riusciti a rintracciarlo, quando ancora si trovava in Olanda, e a convincerlo a contattare i familiari per tranquillizzarli.

CHI E’ IL CARABINIERE FERITO – Il carabiniere ferito con una coltellata all’addome si chiama Roberto Frau, ed è il fratello di Walter Frau, il militare dell’Arma vittima con un altro collega della strage di Chilivani, avvenuta il 16 agosto del 1995, quando una pattuglia di carabinieri fu protagonista di un conflitto a fuoco con un commando di malviventi. Roberto Frau è stato soccorso e trasportato all’ospedale Santissima Annunziata di Sassari. Le sue condizioni non sono gravi. Gli anziani genitori sono stati fatti uscire dai carabinieri, mentre Selloni è tuttora barricato dentro la casa.

Commenti Facebook

Lascia un commento

error: Content is protected !!