TAGLIO TRIBUNALI:PROBLEMI SOLO PER 25 SEDI, MINISTRO CANCELLIERI SODDISFATTA

 
Dopo una settimana dall’avvio degli accorpamenti su 420 sedi toccate dalla riforma – si legge in una nota del ministero – solo 25 sedi, pari al 6 per cento del totale, stanno incontrando problemi di varia rilevanza.

In particolare 13 sedi accorpanti hanno problemi di spazio; 6 sedi accorpate hanno subito ritardi a causa delle manifestazioni di protesta e altre 6 hanno ricevuto azioni legali di opposizione al trasloco e al trasferimento del personale. Complessivamente, vista la complessità e la vastità dell’operazione (soppressi 30 tribunali, 30 procure, 220 sezioni distaccate e 667 giudici di pace; recupero di 2300 magistrati e oltre 7000 amministrativi da impiegare in modo più efficiente) è stato un inizio più che incoraggiante.
“Sono soddisfatta – dice il ministro Cancellieri – del primo impatto che ha avuto questa riforma che, non a caso, ho definito epocale e di come, in generale in tutt’Italia, stanno procedendo le operazioni di accorpamento. Ringrazio ancora tutti coloro che si sono adoperati e si stanno adoperando per il buon esito di questo profondo rinnovamento della geografia giudiziaria e assicuro che si stanno facendo tutti gli sforzi per superare i problemi laddove si sono presentati. Proprio per tenere monitorata la situazione e per verificare eventuali disfunzioni o rallentamenti ho istituito una commissione che affiancherà il nostro lavoro al Ministero”.
La commissione è presieduta dal vice capo dipartimento per gli Affari di Giustizia Annamaria Palma Guarnier ed è composta da otto membri. Al suo interno, oltre a magistrati ed esperti del Ministero, un rappresentante dell’avvocatura e un rappresentante dell’Anci. (ANSA).
Commenti Facebook

Lascia un commento

error: Content is protected !!