LE MAGGIORI SIGLE MILITARI SUONANO LA SVEGLIA AI MINISTRI.


ROMA – Con una lettera congiunta le maggiori sigle sindacali delle Forze Armate e delle Forze di Polizia a ordinamento militare, hanno voluto richiamare l’attenzione dei Ministri della Difesa, On. Lorenzo Guerini, del MEF, On. Daniele Franco e al Ministro della Funzione Pubblica, On. Renato Brunetta e chiedere, con urgenza, una riunione per avviare le azioni conseguenti all’approvazione della legge sui sindacati militari e renderle immediatamente operativi. – “Come si può ben comprendere, l’emanazione di tali provvedimenti è conditio sine qua non per il reale avvio dell’attività sindacale in quanto le norme da emanare debbono fissare elementi fondamentali quali la reale e concreta agibilità sindacale nel mondo militare, ciò unitamente alle modalità di realizzazione di un fattivo confronto tra l’Amministrazione e le organizzazioni sindacali finora costituite” – Cosi nella missiva a firma, tra gli altri, di Antonio Serpi, Segretario Generale SIM, la più grande realtà associativa con le stellette – “Si chiede, pertanto, una riunione urgente con la S.V. per poter conoscere la road map per consentire di individuare l’inizio delle attività sindacali e delle operazioni previste. Nell’evidenziare l’urgenza della citata riunione, si sottolinea la profonda connotazione politica della questione che rappresenta una svolta epocale per il mondo militare, che dopo lunghi anni di attesa per l’approvazione della legge, aspetta ora di poter effettivamente usufruire, nel più breve tempo possibile, dei nuovi benefici di tutela”. Sette le sigle (SIM – USIC – ASPMI – AMUS – SAM – USIF- SIAM) che hanno sottoscritto il documento e confermano, all’unanimità, l’esigenza di ottenere il riconoscimento e applicare i benefici previsti.

Commenti Facebook
error: Content is protected !!