3
Shares
Pinterest Google+

In via Isidoro Carini, sotto la lapide che ricorda il sacrificio del generale Carlo Alberto Dalla Chiesa, è tornato a sventolare il tricolore.

La bandiera era stata appesa lo scorso 3 settembre in occasione dell’anniversario dell’uccisione del prefetto, della moglie Emanuela Setti Carraro e all’agente di polizia Domenico Russo. Ieri però Rita Dalla Chiesa, figlia del generale, ne aveva denunciato la sparizione. Non una bravata per la popolare conduttrice, ma un atto mafioso.

A distanza di poche ore dalla denuncia, c’è chi ha provveduto a rimediare. “Per ogni bandiera che il mafioso ruberà – scrive Rita Dalla Chiesa su Instagram – ci sarà sempre un Carabiniere che ne andrà a mettere un’altra. ?? GRAZIE”.
 

Previous post

SEICENTO MARINAI MORTI, LE BUGIE DI PINOTTI

Next post

"TELEFONI IN CARCERE AI BOSS FORNITI DA AGENTI PENITENZIARI"