6
Shares
Pinterest Google+

Il poliziotto in forza alla Stradale di Susa, sospeso dal servizio per un video circolato su Facebook, ha inviato una mail di ringraziamento al Sindacato Autonomo di Polizia (SAP) che vi riportiamo integralmente. L’episodio è al vaglio della procura di Torino che ora sta valutando eventuali ipotesi di reato. I vertici della Polstrada piemontese non hanno voluto commentare ufficialmente il fatto ma hanno fatto sapere che l’agente è stato sospeso ed è stato avviato un procedimento disciplinare. Tra l’altro l’individuo in bicicletta non è stato neppure fermato ed eventualmente multato, anche su questo la Procura sta indagando.

“Con la presente ringrazio anticipatamente, al di là di come andranno le cose, per  la solidarietà espressa da Voi tutti colleghi della sottosezione della Polizia Stradale di Susa, per quanto mi avete manifestato in questi giorni. Ringrazio anche tutti i colleghi  d’Italia e i cittadini a me vicini in questo periodo particolare che mi vede nelle cronache per quanto accaduto. Vi ringrazio per le parole di conforto giunte in questi giorni da ognuno di voi e che mi hanno aiutato ad affrontare queste giornate molto difficili ed impegnative! Sono quasi 20 anni che lavoro nella Polizia e Vi posso dire che ho sempre fatto il mio dovere e non ho mai offeso nessuno a prescindere dalla razza, dal colore della pelle e dalla propria fede religiosa!

Per i Vostri messaggi di solidarietà giunti da questo reparto e da tutta l’Italia, esprimo ancora il mio sincero GRAZIE. Grazie per essermi stati Tutti vicino in questo periodo difficile della mia vita e spero di poter presto ritornare in servizio ancora più entusiasta e riprendere il mio lavoro in tutta serenità!”
Grazie a tutti di cuore un abbraccio.

Previous post

MALCONTENTO TRA IL PERSONALE DELLA FORESTALE: LETTERA APERTA AL COMANDANTE GENERALE

Next post

POLIZIA: ARRIVA LA GIULIETTA