10
Shares
Pinterest Google+

“Il poliziotto ha reagito con freddezza ed ha affrontato una situazione non facile. La sua professionalità ha permesso oggi di assicurare una persona pericolosa, irregolare sul nostro territorio, con precedenti ed ha fornito elementi per proseguire le indagini e bloccare una banda seriale. Siamo dunque di fronte ad una condizione di legittima difesa. Il nostro agente ha fatto il suo dovere”.

Chiara la posizione del questore di Napoli, Antonio De Iesu, che ha ricostruito la dinamica di quanto accaduto all’alba di oggi a Giugliano, in provincia di Napoli. E’ Eugen Kami, classe ’82, l’albanese ferito all’alba di oggi, dopo che si era introdotto armato di una pistola nel giardino della casa di un agente di Polizia in servizio presso la Questura partenopea.

Secondo il questore di Napoli, De Iesu, l’uomo, con precedenti penali per furto e ricettazione, era in compagnia di altri due complici. La pistola “Walther” 7.65, è risultata rubata a Giugliano nel dicembre 2015. Secondo il questore De Iesu, il poliziotto, è stato svegliato verso le 4,30 dall’abbaiare del cane e affacciandosi al balcone ha visto i malviventi. A questo punto, l’agente avrebbe intimato l’alt e si sarebbe qualificato come appartenente alle forze dell’ordine.

Secondo quanto ricostruito, l’albanese avrebbe esploso un colpo di pistola in direzione del poliziotto. Quest’ultimo di risposta avrebbe esploso anche lui un colpo di pistola, colpendo il malvivente, mentre i complici si davano alla fuga. L’albanese si trova ora ricoverato in gravi condizioni ma non in pericolo di vita presso l’ospedale Cardarelli di Napoli.

Loading...