5
Shares
Pinterest Google+

Grande commozione ieri pomeriggio, venerdì 3 febbraio, ai funerali del 28enne imperiese Francesco Pischedda, morto nella notte di giovedì per le gravi ferite riportate a seguito di una caduta nel corso dell’inseguimento di un malvivente. “Era una bravissima persona” ha dichiarato a Lario News, profondamente scosso il comandante della Polizia Stradale di Bellano Ezio Ferrante. Da nove mesi Francesco Pischedda aveva avuto una bimba dalla sua compagna. In queste ore stanno giungendo dalla Sardegna i familiari.

Alle esequie, tenutesi a Dubino, frazione di Sondrio, era presente, oltre ai familiari, agli amici e ai colleghi di Pischedda, anche il capo della Polizia Franco Gabrielli.

“Desidero esprimere il mio personale cordoglio e sentimenti di vicinanza alla famiglia tutta – ha detto Gabrielli – Quanto accaduto appresenta l’ennesimo estremo sacrifico degli uomini e delle donne della polizia di stato versato per garantire la sicurezza e il vivere civile dei nostri concittadini”.

Anche il Ministro dell’Interno Marco Minniti ha fatto giungere un messaggio di cordoglio al prefetto Gabrielli e si è unito al dolore per la prematura scomparsa del giovane poliziotto.

Alla cerimonia sono intervenuti tanti colleghi dell’agente: “Ricordiamo – hanno detto – la tua cresta ribelle e la tua calligrafia illeggibile che ci ha fatto diventare matti. Ora ‘Pische’ vai lassù e veglia da lassù su di noi. Ciao Angelo blu”.

 

Loading...