6
Shares
Pinterest Google+

Poliziotti a quattordici gradi sotto lo zero, in servizio senza la divisa invernale, bensì con la stessa utilizzata dai colleghi a Palermo. Gli agenti della Polfer che operano al Brennero e cercano di fermare il passaggio del confine da parte di migranti clandestini lavorano così: al freddo e al gelo.

A denunciare l’accaduto sono i segretari del Siulp, Mario Deriu, e quello del Coisp, Fulvio Coslovi. In un duro comunicato i due sindacati attaccano la decisione di “potenziare le pattuglie al Brennero” senza “dotare i nostri agenti dell’equipaggiamento adeguato”. Nei giorni scorsi il termometro è stato implacabile: 14 gradi sotto lo zero. Eppure gli agenti continuano a controllare i treni merci “senza guanti e con divise vecchie di anni”.

“I primi contatti per la firme dell’accordo iniziarono a luglio – spiega Coslovi – poi la firma è arrivata a metà ottobre. C’era tutto il tempo per prepararsi bene e fornire l’equipaggiamento adeguato”. E invece niente. Come riporta Il Giornale, le divise fornite agli agenti al Brennero sono le stese utilizzate dai colleghi a Palermo. Peccato che al confine nord le temperature corrano spesso sotto lo zero, mentre oggi nel capoluogo siciliano di gradi ce ne sono +14.

Previous post

LA GUARDIA COSTIERA ARRESTA TRE MILITARI INFEDELI. "AL PRIMO POSTO L'ONORABILITA' E L'ONESTO SERVIZIO ALLA NAZIONE"

Next post

CORSA A 5 PER I VERTICI DELL' ARMA. ECCO QUANDO AVVERRÀ LA NOMINA DEL NUOVO COMANDANTE GENERALE