0
Shares
Pinterest Google+

L’assassino di Vincenzo Ruggiero è Ciro Guarente, un ex sottocapo di prima classe nella Marina Militare dal 2002 presta servizio a Roma da diversi anni con funzione di cuoco militare, di 35 anni originario di San Giorgio a Cremano, ma abitava a Giugliano.

L’uomo, che ha confessato, come scritto stamani, di aver ucciso il 25enne di Parete per gelosia, in quanto credeva che avesse una relazione con la sua ex Heven Grimaldi, migliore amica di Vincenzo e sua coinquilina, con la quale il 35enne aveva avuto per 7 anni una relazione. Ciro era uscito allo scoperto, dichiarandosi omossessuale, il 12 ottobre 2015 durante la manifestazione Miss Trans Italia Over Re e Regina gay organizzato da Stefania Zambrano al Planet di Fuorigrotta.

Stasera il Gruppo Giovani dell’associazione LGBT, in collaborazione con il noto locale “La Mamada” hanno indetto una fiaccolata pubblica alle ore 22:00 in Piazza Bellini in onore di Vincenzo Ruggiero.

Previous post

CAPITANO DELL’ESERCITO “RIMPROVERATO” PER UN’INTERVISTA RADIOFONICA: DOVEVA COMUNICARLO AI SUPERIORI

Next post

FASE TRANSITORIA RIORDINO: PUBBLICATE LE BOZZE DEI DECRETI ATTUATIVI CHE DISCIPLINERANNO I PROSSIMI CONCORSI INTERNI