10
Shares
Pinterest Google+

“Anche se siamo diventati carabinieri, non dimentichiamo le battaglie che abbiamo fatto fino ad oggi per i forestali e per tutti i lavoratori in divisa. Ieri un nostro collega di Trieste proveniente dai ruoli del Corpo forestale si è suicidato al cimitero dopo aver perso la madre la notte precedente.

Una tragedia nella tragedia. Il tasso di suicidi tra gli appartenenti alle forze dell’ordine è alto. Siamo vicini alla famiglia e agli amici del collega”.

Lo afferma in una nota Marco Moroni, già segretario generale del Sapaf, il sindacato autonomo polizia ambientale forestale.
“Spesso i problemi personali diventano soverchianti – afferma Moroni – e con altrettanta frequenza le amministrazioni pubbliche di riferimento degli operatori in divisa non riescono a garantire quella rete di supporto e assistenza preventiva, come esiste in altre parti d’Europa e negli Usa, per venire incontro al disagio di tanti carabinieri, poliziotti, finanzieri che non sempre sono in grado di coniugare lo stress fisiologico del nostro mestiere con i problemi della vita privata. Su questo il nostro Paese deve fare ancora molti passi avanti”.