4
Shares
Pinterest Google+

A poche ore dalla tragedia accaduta in una casa di Montalto Uffugo (Cosenza), un altro agente della Polizia Penitenziaria si è suicidato oggi. Ne dà notizia Donato Capece, segretario generale del Sindacato Autonomo Polizia Penitenziaria (Sappe).

 

Secondo quanto riferito dal Sappe, si tratta di un assistente capo di 45 anni in servizio alla Casa Circondariale di Opera e impiegato al Nucleo Traduzioni e Piantonamenti di Milano che si è ucciso con la sua arma di ordinanza.

L’uomo, originario di Calimera (Lecce), più di 20 anni di servizio nella Polizia Penitenziaria, divorziato, persona seria e apparentemente tranquilla, è stato trovato nel primo pomeriggio di oggi nel garage di casa a Milano. «Due casi di suicidio, uno pure aggravato da un omicidio, sono sconvolgenti», ha detto Capece

Previous post

LO SCANDALO DEI CAPPELLANI MILITARI COPERTI D'ORO: "C'È CHI REGALA LAUREE IN CAMBIO DI SESSO"

Next post

MILITARI “STRADE SICURE”: MAL PAGATI E SENZA RIPOSO?