Avatar utente
da Ares
#30
....una grande pernacchia. Non sottomettonil mio voto e la mia dignita ad un grado, un rinnovo o un bonus. Ho trovato squaldo che un marziano che vive su un altro pianeta con la divisa dell'Arma propagandasse il SI. È una vergogna che spero non passi in sordina....
Avatar utente
da Salvatore
#31
Ho visto anche io la sceneggiata di quel delegato. Prima votate SI altrimenti non ci danno riordino, rinnovo e bonus, poi cancella il post. Assurdo. Ma per chi ci hanno preso? Ma che facciamo la compravendita dei voti? Ma credete che noi non abbiamo una dignità? :?: :?: :?:
da RAF
#124
Scandalosi all'epoca ti invitavano a votare SI in quanto con la relativa vittoria avremmo ottenuto un'aumento generalizzato di 80€ per riordino, 80€ per rinnovo contrattuale, il bonus di 80 € tassato e pensionabile... :lol: :lol: :lol: Abbiate memoria alle loro prossime elezioni...
Avatar utente
da Ares
#125
Quello che non dimenticherò è un brigafiere del cocer che si erge a paladino dei deboli intestanfosi il riordino e scopiazzando quanto dicono i sindacati la settimana prima. Ed io pago!!! A casaaaaa
da RAF
#127
fai bene...dovrebbero aprire tutti gli occhi...conosci l'imponibile di quel brigadiere??? se no e meglio così...
da RAF
#176
Ammazza ohh...questa mi era sfuggita :shock: :shock: :shock:

http://notizie.tiscali.it/politica/arti ... eferendum/

http://www.ilgiornale.it/news/se-sindac ... 35207.html

:o :o :o
D.Lgs. n.66/2010
Art. 1483 Esercizio delle libertà in ambito politico
1. Le Forze armate devono in ogni circostanza mantenersi al di fuori dalle competizioni
politiche.

2. Ai militari che si trovino nelle condizioni di cui al comma 2 dell’articolo 1350, è fatto
divieto
di partecipare a riunioni e manifestazioni di partiti, associazioni e organizzazioni
politiche, nonché di svolgere propaganda a favore o contro partiti, associazioni,
organizzazioni politiche o candidati a elezioni politiche e amministrative.


Art. 1350 Condizioni per la applicazione delle disposizioni in materia di disciplina
1. I militari sono tenuti all’osservanza delle norme sulla disciplina militare e sui limiti
all’esercizio dei diritti, dal momento della incorporazione a quello della cessazione dal
servizio attivo, ferma restando la disciplina dettata per il personale in congedo.
2. Le disposizioni in materia di disciplina militare, si applicano nei confronti dei militari che
si trovino in una delle seguenti condizioni:

a) svolgono attività di servizio;
b) sono in luoghi militari o comunque destinati al servizio;
c) indossano l’uniforme;
d) si qualificano, in relazione ai compiti di servizio, come militari o si rivolgono ad altri
militari in divisa o che si qualificano come tali.

3. Quando non ricorrono le suddette condizioni, i militari sono comunque tenuti
all’osservanza delle disposizioni del codice e del regolamento che concernono i doveri
attinenti al giuramento prestato, al grado, alla tutela del segreto e al dovuto riserbo sulle
questioni militari, in conformità alle vigenti disposizioni.
369
4. Le attribuzioni conferite al Ministro della difesa in materia di disciplina militare, per quel
che concerne i Corpi armati dello Stato, sono devolute, ai sensi dei rispettivi ordinamenti, ai
Ministri alle cui dipendenze dirette i predetti Corpi sono posti.

:roll: :roll: :roll:

Sondaggio :?: Saranno scattati mai i giusti provvedimenti?

Indi.....spero vada a casa lui e suoi 3/4 compari […]

TENENZE TORNANO COMPAGNIE

Non sanno più come mettersi in mostro. il comandan[…]