10
Shares
Pinterest Google+

Finalmente ieri è stato pubblicato l’atteso Bando di concorso per il reclutamento di 1148 allievi agenti della Polizia di Stato. Come rivelato in anteprima dal Capo della Polizia, la graduatoria sarà valida per 3 anni e, conseguentemente all’entrata in vigore del riordino delle carriere, non sarà più possibile accedere alla carriere iniziale della Polizia di Stato con la sola licenza media, ma occorrerà il diploma di scuola superiore.

 

IL BANDO DI CONCORSO

Per le esigenze di reclutamento di un  numero  complessivo  di 1148 allievi agenti della Polizia di Stato, sono indetti  i seguenti concorsi pubblici:

  1. a) concorso pubblico, per esame, a 893 posti, aperto ai cittadini italiani, purche’ siano in possesso  dei  requisiti  prescritti  per l’assunzione nella Polizia di Stato;
  2. b) concorso pubblico, per esame e titoli, a 179 posti, riservato a coloro che sono in servizio,  da  almeno  sei  mesi  alla  data  di scadenza della domanda di partecipazione al concorso, come  volontari

in ferma prefissata di un anno (VFP1) o in rafferma annuale,  purche’ siano in possesso dei requisiti  prescritti  per  l’assunzione  nella Polizia di Stato;

  1. c) concorso pubblico, per esame e titoli, a 76 posti,  riservato ai volontari in ferma prefissata  di  un  anno  (VFP1)  collocati  in congedo, al termine della ferma annuale, alla data di scadenza  della domanda di partecipazione al concorso, nonche’ ai volontari in  ferma quadriennale (VFP4), in servizio  o  in  congedo,  purche’  siano  in possesso dei requisiti prescritti per l’assunzione nella  Polizia  di

Stato.

  1. Si precisa  che  i  citati  volontari  delle  FF.AA.  possono partecipare solo ad uno dei concorsi sopra elencati.

REQUISITI

I requisiti richiesti ai candidati, per la  partecipazione  ai concorsi del presente bando, sono i seguenti:

  1. a) cittadinanza italiana;
  2. b) godimento dei diritti civili e politici;
  3. c) diploma di scuola secondaria di I grado, o equipollente;
  4. d) aver compiuto il 18° anno di eta’ e non aver compiuto il  30° anno di eta’. Quest’ultimo limite e’ elevato, fino ad un  massimo  di tre anni, in relazione all’effettivo servizio militare  prestato  dai concorrenti;
  5. e) qualita’ morali e di condotta previste dall’art. 35, comma 6, del decreto legislativo 30 marzo 2001, n. 165;
  6. f) idoneita’ fisica, psichica ed  attitudinale  all’espletamento dei compiti connessi alla qualifica, da accertare in conformita’ alle disposizioni contenute nel decreto ministeriale 30  giugno  2003,  198 e nel decreto del Presidente della Repubblica 17  dicembre  2015, n. 207.
  7. Non sono ammessi al concorso coloro che siano  stati  espulsi dalle Forze armate, dai Corpi militarmente organizzati, destituiti  o licenziati da pubblici uffici,  dispensati  dall’impiego  presso  una

pubblica amministrazione per  persistente  insufficiente  rendimento, oppure siano decaduti dall’impiego, ai  sensi  dell’art.  127,  primo comma, lettera d), del decreto del  Presidente  della  Repubblica  10 gennaio 1957, n. 3, nonche’ coloro che abbiano riportato una condanna a pena detentiva per delitto non colposo, o siano stati sottoposti  a misure di sicurezza o di prevenzione.

  1. I suddetti requisiti devono essere  posseduti  alla  data  di scadenza della domanda di partecipazione al concorso e mantenuti fino alla data di immissione nel ruolo degli agenti  ed  assistenti  della Polizia di Stato, escluso il requisito dell’eta’ massima previsto  al primo comma, lettera d) del presente articolo.
  2. Non potranno partecipare ai concorsi di cui all’art 1,  primo comma, lettere b) e c) del presente bando, pena l’esclusione,  coloro che  abbiano  svolto  servizio  nelle  FF.AA.   esclusivamente   come volontari in ferma breve (VFB), o volontari in ferma annuale (VFA).
  3. Saranno esclusi dai concorsi di cui alle suddette lettere b) e c) del citato art. 1 i concorrenti che abbiano già presentato, nel corrente anno, la domanda di partecipazione a concorsi  indetti  per carriere iniziali delle altre Forze di Polizia ad ordinamento  civile e militare. Quest’ultima limitazione non si applica ai  volontari  in ferma prefissata, che si trovino in congedo  alla  data  di  scadenza della domanda di partecipazione al concorso.
  4. L’Amministrazione provvede d’ufficio ad accertare i requisiti della condotta e  delle  qualita’  morali  e  quelli  dell’efficienza fisica e dell’idoneita’ fisica, psichica e attitudinale al  servizio, nonche’ le cause di risoluzione di precedenti  rapporti  di  pubblico impiego  e  la  veridicita’  delle   dichiarazioni   rilasciate   dai candidati.  Fatta  salva  la  responsabilita’  penale,  il  candidato decadra’ dai  benefici  conseguiti  in  virtu’  di  un  provvedimento emanato in suo favore sulla base di una dichiarazione non veritiera.

La domanda di partecipazione al concorso deve essere compilata ed  inviata  utilizzando  esclusivamente  la  procedura   informatica disponibile sul sito https://concorsips.interno.it  con  le  relative istruzioni, entro il termine perentorio di giorni trenta, a decorrere dal giorno successivo alla data di pubblicazione del  presente  bando nella  Gazzetta  Ufficiale  della  Repubblica  italiana  –  4ª  Serie speciale «Concorsi ed esami».

  1. Al termine della procedura informatica di acquisizione  della suddetta domanda, il candidato dovra’ stampare, attraverso l’apposita funzione, la relativa ricevuta che  dovra’  essere  obbligatoriamente presentata dai candidati, il giorno della partecipazione  alla  prova scritta d’esame.
  2. Si precisa che la citata procedura  informatica  consente  al candidato di apportare modifiche alla domanda di partecipazione  gia’ inviata.  Pertanto,  sara’  ritenuta  valida  solo  la  domanda   che risultera’ acquisita per ultima, intendendosi le  precedenti  domande come revocate e prive di ogni effetto. In ogni  caso,  alla  scadenza del suddetto termine perentorio per la presentazione  della  domanda, il sistema informatico non ricevera’ piu’ dati.

FASI DI SVOLGIMENTO DEI TRE CONCORSI

  1. I concorsi di cui all’art. 1, primo comma del presente bando, si svolgeranno in base alle seguenti fasi:

    1) prova scritta d’esame;

    2) prova di efficienza fisica;

    3) accertamenti psico-fisici;

    4) accertamento attitudinale.



=====================================================================
|         Prova        |   Uomini   |   Donne  |        Note        |
+======================+============+==========+====================+
|                      |  Tempo max | Tempo max|                    |
|     Corsa 1000 m     |   3'55"    |  4'55"   |         /          |
+----------------------+------------+----------+--------------------+
|     Salto in alto    |   1,20 m   |  1,00 m  |  Max 3 tentativi   |
+----------------------+------------+----------+--------------------+
|   Sollevamento alla  |            |          |Continuativi (Max 2 |
|        sbarra        |    n. 5    |   n. 2   |      minuti)       |
+----------------------+------------+----------+--------------------+

Previous post

MARESCIALLO A GIUDIZIO PERCHE’ IN LICENZA PER PIU’ DI 5 GIORNI: “ASSENZA GIUSTIFICATA DAL RIPOSO SETTIMANALE”

Next post

ECCO IL TESTO APPROVATO DEL RIORDINO: TUTTE LE NOVITA' PER LE FORZE ARMATE E DI POLIZIA