3
Shares
Pinterest Google+

Il bonus sicurezza di 80 euro è stato definitivamente eliminato con l’ultima erogazione nello statino di ottobre pari a 350 euro lordi con tutte le annesse polemiche sulla tassazione.

Mentre il bonus sicurezza non comparirà più nello statino del personale del Comparto Sicurezza e Difesa, il bonus classico di 80 euro continuerà ad essere erogato fino al 31 dicembre 2017 salvo rinnovo nella legga di bilancio 2018.

Il bonus spetta esclusivamente a chi possiede redditi complessivi (attenzione a questo termine: complessivi) compresi tra gli 8.000 e i 26.000 euro lordi annui. Questo significa che chi ha percepito redditi aggiuntivi oltre a quelli da lavoro dipendente, magari derivanti da una casa in affitto, da un secondo lavoro fatto durante l’anno, da case o terreni che possiede e che non risultano al datore di lavoro, potrebbe risultare avere un reddito complessivo maggiore rispetto alla soglia massima dei 26.000 euro previsti.

Con la dichiarazione dei redditi, perciò, dopo aver fatto la somma dei vari redditi, il bonus deve essere ricalcolato su questo importo e, se è stato percepito senza averne diritto, dovrà essere restituito integralmente o parzialmente.

Previous post

"LIBEREREMO CARABINIERI E POLIZIA DAL PESO DELLE DENUNCE DI SMARRIMENTO DEI DOCUMENTI"

Next post

COCER CARABINIERI, MASSIMA FIDUCIA NELLA MAGISTRATURA MA NO A STRUMENTALIZZAZIONE E SCIACALLAGGIO MEDIATICO