0
Shares
Pinterest Google+

«Io ho settant’anni, non posso fare molto. Ma vi sono talmente vicina per quello che state facendo laggiù. Guardi, ho messo su il brodo, avevo anche dei tortellini. Ho detto a mio marito: se potessi fare avere questa pentola ai vigili del fuoco lo farei così volentieri. Ma purtroppo sono qui a Gaggio Montano, e non posso venire».
Inizia così questa telefonata di una signora anziana ai vigili del fuoco di Bologna in cui la donna ringrazia commossa per il duro lavoro nelle zone colpite dal terremoto. La registrazione della telefonata è stata condivisa nelle chat di alcuni gruppi di vigili del fuoco.
«Vedervi anche piangere quando riuscite a prendere una persona che non è più in vita. Mi fate piangere». «Guardi signora, questa è una delle più belle telefonate che abbiamo avuto», risponde il vigile del fuoco al telefono. «Queste – aggiunge – sono le cose che ci fanno andare avanti e ci danno la forza». La telefonata va avanti per circa due minuti.