3
Shares
Pinterest Google+

Si recava da Aosta a Torino con l’auto di servizio e in orario di servizio per sostenere esami all’Università. Per questo il capitano della Guardia di finanza Oronzo Russo, attualmente in servizio a Ravenna, è indagato dalla Procura di Aosta. Le accuse – secondo quanto appreso dall’ANSA – sono di truffa all’amministrazione militare, peculato d’uso e falso ideologico.

Sotto inchiesta per gli stessi reati anche altri tre finanzieri in servizio ad Aosta – interrogati oggi in procura – che lo hanno accompagnato nei viaggi a Torino. Le indagini sono iniziate a seguito degli accertamenti delegati dalla Procura militare al Nucleo di polizia tributaria della Guardia di finanza di Aosta. I fatti risalgono al 2013 e 2014.

Secondo quanto si è appreso, il capitano avrebbe chiesto ai tre sottoposti, anche loro studenti dell’Ateneo torinese, di organizzare la ‘trasferta’ in occasione degli esami utilizzando l’auto di servizio. In totale i viaggi contestati sono una decina.

Previous post

RIORDINO DELLE CARRIERE.ECCO I NUOVI DISTINTIVI DI QUALIFICA, SAP: "DIAMO UN COLORE AL PACCO"

Next post

ROMPE IL NASO AD UN POLIZIOTTO. QUATTRO AGENTI PER FERMARE ATLETA DI BOX THAILANDESE IN DISCOTECA